loader image
We make your brand a success
Skip to content
AlUla

Scoprire gli antichi tesori di Khaybar e Tayma attraverso nuove esperienze immersive

  • Khaybar e Tayma, due delle tre grandi oasi del nord-ovest dell’Arabia Saudita insieme ad AlUla riaprono ai visitatori i loro siti storici.
  • A partire da novembre, le due affascinanti destinazioni offriranno a visitatori e residenti l’opportunità di intraprendere un viaggio culturale nel tempo.
  • Le esperienze comprendono iniziative culturali, eventi presso i siti del patrimonio e l’inaugurazione di nuovi punti di riferimento culturali, attività avventurose, campi beduini, eventi musicali e spettacoli.

AlUla, Regno dell’Arabia Saudita, dicembre 2023:

Khaybar e Tayma, due delle tre grandi oasi dell’Arabia nord-occidentale insieme ad AlUla, sono pronte ad accogliere nuovamente i visitatori con la riapertura per il secondo anno consecutivo, offrendo una vasta gamma di attività, eventi ed esperienze immersive nel patrimonio culturale.

A partire da novembre, e fino all’inizio del 2024, queste antiche e affascinanti oasi offriranno ai visitatori e ai residenti l’opportunità di viaggiare nel tempo, nella cultura e tra alcuni dei paesaggi più straordinari, ma in gran parte incontaminati, della regione.

Nota per il suo ecosistema vulcanico desertico e per la sua rilevanza storica, Khaybar è una destinazione che fonde cultura, patrimonio e natura per creare un’esperienza davvero memorabile. Questa oasi e il suo terreno vulcanico stanno gradualmente svelando al mondo i propri tesori, raccontando una storia alla volta, attraverso una serie di attività speciali che comprendono mostre culturali, attività avventurose, eventi musicali, campi beduini e molto altro ancora.

Tayma, conosciuta come la Terra dei Re, è un’oasi vicina ad AlUla in quanto ad eredità culturale, leggenda e patrimonio. Situata lungo l’antica Via dell’Incenso, Tayma ha svolto un ruolo fondamentale come punto di scambio sulla rotta per Babilonia e un tempo era la residenza di Nabonedo, l’ultimo re nativo di Babilonia. I suoi siti iconici includono l’Antico Tempio di Salm, il Pozzo di Bir Haddaj, l’Oasi di Suq AlNajm, Qasr AlRadhm, Qasr AlTalaq e il Palazzo di AlRumman, ai quali sono stati raggiunti elementi di intrattenimento, tra cui parate, spettacoli ed esperienze coinvolgenti che permettono ai visitatori di scoprire il suo glorioso passato.

 

Tra le imperdibili attività a Khaybar vi sono:

  • Khaybar Heritage Tour (2 novembre – 9 marzo 2024): Esplorare l’oasi di Khaybar, una delle più antiche aree di insediamento umano nella penisola arabica, attraverso sei punti di interesse storico, tra cui il punto panoramico di AlRawan, il caratteristico villaggio di Munifah e l’imponente forte di AlNizar, il tutto con il supporto di una guida turistica. Il tour di 2-3 ore ha un prezzo di 95 SAR e può essere prenotato online. Il biglietto per i giorni feriali offre ai visitatori un affascinante tour del sito di Khaybar e l’accesso a diversi spettacoli di danza e musica. Con il biglietto del fine settimana si può assistere anche all’esperienza coinvolgente dell’Oasis Sound.
  • Bedouin Camp (2 novembre – 1° marzo 2024, tutti i giorni): Gli ospiti possono utilizzare il biglietto del Khaybar Heritage Tour per visitare questa autentica ricostruzione di un accampamento beduino, che offre uno sguardo coinvolgente sulla vita di un tempo.
    I viaggiatori potranno riposarsi gustando caffè e datteri.
  • Tour in elicottero dei Mustatil di Khaybar (2 novembre – 28 febbraio 2024, gio-sab): Alzarsi in volo per una vista aerea sulle tracce degli antichi insediamenti umani di Khaybar. Scoprire complesse trappole per animali, lunghi viali funerari di tombe a forma di pendente e misteriosi monumenti rettangolari noti come Mustatil.
  • Tour in elicottero del vulcano Khaybar (2 novembre – 28 febbraio 2024, gio-sab): Prendere il volo per un emozionante tour in elicottero e godersi una vista impareggiabile dello splendido paesaggio di Khaybar, compreso il suo maestoso vulcano bianco.
  • Strange Temporalities di Ghazaleh Avarzamani, un’installazione artistica a Khaybar (2 novembre – 1° marzo 2024): Nel cuore dell’oasi di Khaybar, i viaggiatori resteranno affascinati dall’incantevole paesaggio che si fonde con l’arte contemporanea di Ghazaleh Avarzamani. L’opera, intitolata Strange Temporalities, è un riassemblaggio scultoreo di uno scivolo da parco giochi decostruito che esplora le tematiche dell’apprendimento e della dimenticanza, della realizzazione e del fallimento.

A Tayma, i visitatori possono apprezzare le seguenti attività:

  • Bedouin Camp (26 ottobre – 1° marzo 2024): Gli ospiti possono utilizzare il biglietto del Tayma Heritage Tour per visitare questa ricostruzione di un autentico campo beduino, che offre uno sguardo coinvolgente sulla vita di un tempo. I viaggiatori potranno ristorarsi con caffè e datteri e scattare foto con falchi e cammelli.
  • Bir Haddaj Re-enactment show (26 ottobre – 31 dicembre): Uno spettacolo di rievocazione che presenta un punto di riferimento iconico di Tayma, riassumendo due dei suoi beni più famosi: il Bir Haddaj, uno dei pozzi più grandi e iconici dell’Arabia e la presenza decennale di Nabonedo, l’ultimo re babilonese.
  • Tayma Heritage Tour (26 ottobre – 9 marzo 2024): Esplorare la “Terra dei Re” e scoprire come Tayma abbia avuto un ruolo fondamentale nella storia dell’Arabia antica. Esplorare luoghi affascinanti come l’Antico Tempio di Salm, un complesso di templi dell’età del ferro risalente a 3.000 anni fa; Qasr AlRadhm, ritenuto una delle residenze del re babilonese Nabonedo; e il Bir Haddaj, una meraviglia idraulica che si ritiene risalga al VI secolo a.C. Il tour, della durata di 3-4 ore, ha un prezzo di 95 SAR e può essere prenotato online.
  • Visita di Qasr AlTalaq: Situato accanto a Bir Haddaj, Qas AlTalaq è un edificio a due piani annesso a un’antica moschea. Il palazzo risale al XII secolo, quando serviva come residenza per la famiglia AlTalaq. I visitatori avranno l’opportunità di ascoltare la sua storia dai Rawi, i narratori arabi, nell’ambito del Tayma Heritage Tour.

Il tour include l’accesso a uno spettacolo di rievocazione, a performance, alla Parata del Re Nabonedo (solo nei fine settimana) e alla Palace Guest Experience (solo nei fine settimana):

  • Parata del Re Nabonedo: questa vibrante parata educativa a Tayma rappresenta la ricca e antica storia della “Terra dei Re”. Attraverso la narrazione dei racconti dei primi abitanti della regione, gli ospiti possono immergersi nell’eredità millenaria di Tayma per scoprire l’intricato arazzo del suo passato e del suo presente.
  • Palace Guest Experience: Situato nel cuore di Tayma, il grandioso AlRumman Palace, che prende il nome dal governatore Sheikh Abdul Karim bin Ali AlRumman, fu costruito per la prima volta nel 1700. Con lavori di ampliamento iniziati nel 1916 e conclusi nel 1919, la struttura è una testimonianza di genialità architettonica e significato culturale. Questa esperienza invita i visitatori a prendere parte a una celebrazione tradizionale fatta di spettacolo, musica, narrazione ed effetti speciali.

La riapertura di Khaybar e Tayma mette in evidenza il ruolo significativo che quest’area ha avuto nella storia della regione e svela il suo profondo legame con l’antica destinazione di AlUla.

Come le oasi vicine, anche AlUla vanta una storia ricca e profonda, essendo stata un crocevia di civiltà. Un tempo abitata dai Dadaniti e dai Nabatei, oggi i suoi siti significativi hanno ottenuto un riconoscimento globale. Tra questi, Hegra si distingue come primo sito del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO dell’Arabia Saudita, con oltre 110 tombe monumentali scavate nella roccia. Inoltre, Jabal Ikmah, un canyon ornato da centinaia di iscrizioni rupestri in varie lingue antiche, occupa un posto di prestigio nel Registro della Memoria del Mondo dell’UNESCO.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.experiencealula.com

-FINE-

Materiale stampa

Immagini in alta risoluzione sono disponibili al presente link.

Su AlUla:

Situata a 1.100 km da Riyadh, nel nord-ovest dell’Arabia Saudita, AlUla è un luogo dallo straordinario patrimonio naturale e umano. La vasta area, che si estende per 22.561 km², comprende una lussureggiante valle di oasi, imponenti montagne di arenaria e antichi siti del patrimonio culturale che risalgono a migliaia di anni fa, quando regnavano i regni Lihyan e Nabateo.

Il sito più noto e riconosciuto di AlUla è Hegra, il primo patrimonio mondiale dell’UNESCO in Arabia Saudita. Antica città di 52 ettari, Hegra era la principale città meridionale del Regno Nabateo ed è composta da oltre 110 tombe ben conservate molte delle quali con elaborate facciate scavate negli affioramenti di arenaria che circondano l’insediamento urbano cinto da mura.

Oltre a Hegra, AlUla ospita anche l’antica Dadan, capitale dei regni di Dadan e Lihyan e considerata una delle città più sviluppate del I millennio a.C. nella penisola arabica, e Jabal Ikmah, una biblioteca a cielo aperto con centinaia di iscrizioni e scritti in molte lingue diverse. Anche la Città Vecchia di AlUla, un labirinto di oltre 900 case in mattoni di fango sviluppatesi almeno a partire dal XII secolo, e la Ferrovia dell’Hijaz e il Forte di Hegra sono luoghi chiave nella storia e nelle conquiste di Lawrence d’Arabia.

 

Su Khaybar

Khaybar è un’antica oasi e una delle meraviglie naturali dell’Arabia nord-occidentale. Tesoro geologico dal paesaggio indimenticabile, Khaybar è un luogo unico nato dall’attività vulcanica del deserto che presenta un’abbondanza di flora e fauna autoctoni. La presenza di sorgenti d’acqua dolce e “wadi” ha creato un’oasi che ha consentito la presenza dell’essere umano in forma sia di civiltà stanziali che nomadi.

 

Su Tayma

Tayma è una delle leggendarie oasi lungo l’antica Via dell’Incenso che collegava l’Arabia alle grandi civiltà dell’Egitto e della Mesopotamia, dall’Arabia meridionale al Mediterraneo e oltre. Situata tra le montagne dell’Hijaz e la parte occidentale del deserto del Grande Nefud, Tayma è stata una sede di prestigio e potere attraverso i capitoli della storia, tra cui la residenza di Nabonedo, l’ultimo re nativo di Babilonia, per dieci anni a metà del VI secolo a.C. La storia di Tayma continua a essere svelata con gli scavi che rivelano i suoi manufatti e monumenti.

 

Per ulteriori informazioni contattare:

Martinengo Communication
Ufficio rappresentanza, Marketing, PR e Comunicazione per l’Italia e la Svizzera Italiana di Royal Commission for AlUla
Via Vincenzo Monti, 9 – 20123 Milano
Tel. (+39) 02 4953 6650
E-mail: [email protected]
Web: www.martinengocommunication.com

INAUGURA OGGI L’ ALULA ARTS FESTIVAL CON NUOVE OPERE SU LARGA SCALA E MOSTRE REALIZZATE DA ARTISTI LOCALI, REGIONALI E INTERNAZIONALI

INAUGURA OGGI L’ ALULA ARTS FESTIVAL CON NUOVE OPERE SU LARGA SCALA E MOSTRE REALIZZATE DA ARTISTI LOCALI, REGIONALI E INTERNAZIONALI

La terza edizione promette una vivace esposizione di arte visiva contemporanea e pubblica, design, residenze d’artista e workshop in tutta la città antica Gli aspetti principali includono il ritorno della…
Gulf Air inaugura i collegamenti diretti per AlUla con il primo volo in arrivo dal Bahrain

Gulf Air inaugura i collegamenti diretti per AlUla con il primo volo in arrivo dal Bahrain

La compagnia di bandiera del Regno del Bahrain opererà voli bisettimanali fino al 6 marzo e riprenderà i collegamenti dal 10 al 27 aprile L’impegno ad espandere i collegamenti globali…
ROYAL COMMISSION FOR ALULA LANCIA “I CARE”, LA CAMPAGNA PER CELEBRARE, PROTEGGERE E PROMUOVERE IL RICCO PATRIMONIO CULTURALE, LA DIVERSITÀ E LA STORIA DELL'ARABIA NORDOCCIDENTALE

ROYAL COMMISSION FOR ALULA LANCIA “I CARE”, LA CAMPAGNA PER CELEBRARE, PROTEGGERE E PROMUOVERE IL RICCO PATRIMONIO CULTURALE, LA DIVERSITÀ E LA STORIA DELL'ARABIA NORDOCCIDENTALE

La collaborazione tra RCU e l’artista internazionale David Popa per la realizzazione di un’unica “opera d’arte che scompare” illustra l’urgente necessità di salvaguardare i monumenti iconici, come il primo sito…

SALA STAMPA CLIENTI

ULTIMI COMUNICATI